Convegno sul Turismo Responsabile in Provincia di Sondrio

terrazzamentifoto dal sito del Distretto Culturale della Valtellina

Servizio televisivo di Teleunica

AltRaValtellina ringrazia le molte persone che hanno partecipato al convegno di ieri giovedì 28 maggio 2015 e anche coloro che hanno aderito al breve ma intenso corso di formazione di questa mattina.

Un particolare ringraziamento va ai Relatori che ci hanno raggiunto da lontano ed a quelli vicini che tanto hanno fatto e continuano a fare per la nostra Provincia perché, con grande competenza, hanno permesso di cogliere l’importante contributo che il Turismo Responsabile può dare alla Comunità Ospitante ed al contempo offre ai Visitatori un soggiorno ricco di contenuti e relazioni sociali.

Il breve corso sul Turismo Responsabile ha donato strumenti per operare in noi, nel territorio e verso i visitatori. La grande capacità di coinvolgimento e bravura di Daniela Campora hanno generato una vera e propria sete di informazioni, la competenza di Pina Sardella ha consolidato l’apprendimento. La premura di Francesco Marmo ha garantito lo svolgimento del corso. Grazie all’Associazione Italiana di Turismo Responsabile per averci supportato in questo progetto, è l’inizio di una collaborazione che vuole continuare.

Segue un significativo estratto della presentazione che focalizza come il Turismo Responsabile parta da noi, dal nostro vissuto quotidiano:

…..”Anche se ci siamo costituiti associazione da poco, la collaborazione fra i primi B&B fondatori esiste già da tempo, il “fare rete” che oggi viene così spesso proposto, in realtà soprattutto nelle piccole comunità, veniva fatto da sempre in maniera spontanea. Con i cambiamenti socio economici avvenuti negli ultimi sessant’anni alcuni valori sembrano aver perso la loro forza, purtroppo a discapito delle relazioni sociali e dell’ambiente anche culturale in cui viviamo. Negli ultimi anni sta avvenendo un cambiamento in controtendenza rispetto a queste tematiche e capita sempre più spesso di incontrare persone che rallentano il passo perché: vogliono osservare meglio, cercano di capire, si chiedono alcune cose, fanno autocritica.….e avvengono dei cambiamenti in loro. Nelle nostre piccole strutture riceviamo con più facilità questo tipo di ospiti, sono persone che ci piacciono perché nella loro permanenza succede che nasce il racconto, di loro e di noi, della loro e della nostra terra; quando partono lasciano un piacevole ricordo, e noi sappiamo che anche loro si portano dentro un altrettanto piacevole racconto. Perchè questo avvenga ci devono essere delle condizioni essenziali, e sono la sincerità, l’onestà, il rispetto, e poi la conoscenza …del territorio, della sua gente, della sua storia, delle sue tipicità, dei suoi frutti….

Questo è il nostro fare “turismo responsabile” , e coinvolge tutti nel territorio.”…..

norma ghizzo 

a nome di tutti i soci di AltRaValtellina

This entry was posted in News, Senza categoria by BEB VIA PARADISO. Bookmark the permalink.

About BEB VIA PARADISO

L'ospitalità è un piacere per Norma e Giovanni che saranno lieti di aiutarvi a conoscere e godere del territorio tra arte e cultura, tradizione eno-gastronomica e percorsi turistici. Vi terranno informati sugli eventi culturali proposti nel Borgo di Ponte in Valtellina e in tutto il territorio circostante. Vi proporranno gite e trekking a piedi, in bicicletta, con gli asini o i cavalli, la discesa nel fiume con il kajak oppure una bellissima giornata sul trenino del Bernina. Vi inviteranno ai concerti di AmbriaJazz Festival del quale Giovanni è direttore artistico.

2 thoughts on “Convegno sul Turismo Responsabile in Provincia di Sondrio

  1. Ancora bravi per aver dimostrato la vostra capacità nell’organizzare un convegno di tematiche interessanti per lo sviluppo e conoscenza del turismo responsabile. Il vostro entusiasmo vi accompagni fino alla vostra meta.
    Auguri e bravi!! Beppe

    • Grazie Beppe, la promozione del turismo responsabile coinvolge tutte le buone realtà nel territorio, compresa la vostra.
      Noi ci crediamo fermamente.
      Un caro saluto, norma

Comments are closed.