Il CamminaForeste fa tappa a Chiuro con il Turismo Responsabile, Ambiente Tutelato e Valorizzato

Dal 25 giugno all’8 luglio CamminaForeste Lombardia 2017 sarà in Provincia di Sondrio. Giovedì 29 giugno a Chiuro l’incontro tematico “Turismo responsabile, ambiente valorizzato e tutelato”.  Imperdibile il programma degli eventi.

Il CamminaForeste è partito e la prossima settimana giungerà in Valtellina. La tappa del 29 giugno a Chiuro è molto importante per noi perchè al Convegno di  Palazzo Andres Flematti si parlerà di Turismo Responsabile che, come ben sapete, è la nostra mission. E’ un grande onore per noi presentare  fra gli ospiti relatori il Presidente di AITR Maurizio Davolio; Marina Cruz, responsabile dei progetti Koan in Europa e America Latina e  Oreste Torri, Presidente della Valle dei Cavalieri. Ci porteranno esperienze vissute ed esempi di buone pratiche in territori italiani e stranieri, ma ci saranno anche begli esempi in Valtellina come potete vedere dal programma. Iscrizioni gratuite qui.

La sera all’Auditorium Valtellinesi nel Mondo alle ore 21:00 sarà in scena lo spettacolo teatrale “Con il cielo e le selve” di Pino Petruzzelli su testi di Mario Rigoni Stern. Ingresso libero.

Il giorno dopo, venerdì 30 alle ore 8:00 si partirà da Palazzo Flematti per la prossima tappa che arriverà a Sondrio, cammineranno con noi i Sindaci di Chiuro e Ponte in Valtellina, Maurizio Davolio, i Soci di AltRaValtellina, Valtellina Accessibile con due joelette, +++Segni Positivi, Farmer’s Market, Opul e tutti coloro che vorranno aggregarsi sono benvenuti. Le iscrizioni sono gratuite qui

Tutte le informazioni sul CamminaForeste sono a questo link.

 

Percorso Sensoriale dei Bagni di Masino

sentiero sens 4 giu

Sabato 4 giugno 2016 giornata aperta a tutti

lungo il Percorso Sensoriale dei Bagni di Masino

AltRaValtellina, Ersaf e l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus Consiglio Regionale Lombardo propongono una giornata aperta a tutti fra i boschi della Val Masino prevista per sabato 4 giugno 2016 per conoscere e provare il Percorso Sensoriale realizzato da Ersaf in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti Onlus.

Il sentiero si snoda nella bellissima foresta di faggi vicino alla struttura termale dei Bagni di Masino partendo dalla piazzola di fermata dei mezzi pubblici.

Il Percorso è un’esperienza gioiosa per chi si muove al buio ed estremamente educativa se praticata ad occhi chiusi con le guide messe a disposizione dall’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti che ci insegneranno a percorrere con altri occhi il sentiero risvegliando tutti gli altri sensi.

Lungo il percorso ci sono tavoli e panche per pic nic ed un interessante Centro Informativo per conoscere la flora, la fauna, il paesaggio, le sue leggende grazie ad informazioni fruibili lungo il sentiero accessibile.

Il Percorso Sensoriale dei Bagni di Masino è libero ed aperto a tutti sempre,

sabato 4 giugno 2016 sarà possibile visitarlo gratuitamente accompagnati da guide a partire dalle ore 14,00. Per formare i gruppi di visita o per chiedere la disponibilità delle Joelette è a disposizione il numero 348 1521394 cui risponderà Norma.

E’ consigliato un abbigliamento adatto alle passeggiate in montagna; per chi lo desidera sarà utile una benda per gli occhi, in questo caso si raccomanda di portarsi anche un bastoncino da camminata. In caso di pioggia l’evento sarà rinviato a sabato 11 giugno 2016.

Evento promosso da:

AltRaValtellina (Ass. di promozione del Turismo Responsabile in Provincia di Sondrio)

Ersaf (Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste)

UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus Consiglio Regionale Lombardo)

Pasqua al Parco

Gruccioni

La Pasqua è il periodo perfetto per fare una passeggiata a bassa quota nei Parchi, in Valtellina ne abbiamo tanti: quelli in cui è possibile praticare il birdwatching come il Parco della Bosca o la Riserva Naturale del Pian Di Spagna  oppure quelli in cui si può salire accompagnati dalle Guide come il Parco delle Orobie Valtellinesi, in ogni caso cerchiamo di recarci in questi territori con prudenza e rispetto, ecco un decalogo per aiutarci a fare le cose giuste.

 

Perchè venire in Valtellina

terrazzamentiTerrazzamenti vitati intorno al Castel Grumello – Montagna in Valtellina (foto del Distretto Culturale della Valtellina)

Perchè la Valtellina è  un territorio ancora ben conservato dove potete ritrovare il paesaggio naturale in tutta la sua bellezza: dal fiume di fondovalle alle cime innevate. Sui suoi versanti potete osservare i paesaggi antropizzati dal lavoro dei nostri avi e passeggiare nei borghi medievali scoprendo numerosi angoli incantevoli: i cortili, i loggiati, le fontane, la sobrietà delle raffinate architetture, i Palazzi nobiliari e le tante Chiese, il colore della roccia sui muri, le strade in ciottolato, le numerose cantine interrate su più livelli e le aeree piccionaie… una cultura antica che ancora respira e su di essa oggi rinasce una economia coraggiosa che sfida le fatiche di vivere e coltivare in ambiente Alpino per ottenere piccole produzioni ma di grande, grande qualità.

DSC_0601

 

 

 

 

 

Venire in Valtellina significa innamorarsi della sua storia, della sua gente vera e sincera che vi accoglierà a cuore aperto e vi racconterà i ricordi, le usanze, i luoghi; ve li farà conoscere attraverso il cibo, il vino, la passeggiata fra i castagneti fino al vecchio mulino a macina; vi mostrerà i muri a secco delle coltivazioni ma anche le vie dell’acqua e poi scoprirete l’antica economia legata alle miniere e quella degli alpeggi di oggi… Vi muoverete lungo i numerosi percorsi ciclo pedonali e lungo i sentieri che vi porteranno in alto nei parchi e nelle riserve, lo potete fare in compagnia delle guide anche accanto ai cavalli someggiati, sull’erba o sulla neve; con occhio attento scorgerete gli animali selvatici veri abitanti di queste terre alte.

86

In Valtellina ci sono le Terme, il Trenino Rosso del Bernina, gli impianti sciistici e tante altre attrazioni molto eccitanti…

…a noi piace raccontare la Valtellina che viviamo perchè anche Voi la possiate amare.

Ecco perchè venire in Valtellina!

 

Parchi ed Aree Protette, ecco Rete Natura 2000

DSCN7345Inforcare un binocolo ed osservare da lontano la fauna dei nostri Parchi ci consentirà di non mettere il pericolo quelle specie che hanno bisogno di tutte le loro energie per sopravvivere ai rigori dell’inverno, energie che sono fin troppo misurate: anche una sola fuga potrebbe condannare l’animale a morte.

Oltre al nostro incauto avvicinamento ci può essere quello del nostro cane non tenuto al guinzaglio o la discesa con gli sci in aree di nidificazione, ma tanti altri comportamenti possono essere pericolosi.

Ecco perchè è nata Rete Natura 2000 con le sue aree protette.

 

Primavera in bicicletta

10623578_1469395973327684_8413620837537287951_oVal di Corteno, foto di Anna Maganetti B&B Movimento

In Valtellina unire la passione per la montagna, per la natura, per la bicicletta è un’esperienza che può essere vissuta da tutti, grandi e piccini, a tutti i livelli.

La Valle offre piste ciclabili per tutti i gusti come il Sentiero Valtellina lungo le rive del fiume Adda o la Via dei Terrazzamenti a mezza costa fra i vigneti attraversando i borghi antichi ma anche sentieri di alta quota per gli amanti del ciclismo estremo dove godere di viste mozzafiato.

Il Paesaggio, la Cultura, la tradizione Enogastronomica, la calorosa Accoglienza fanno della Valtellina in posto ideale per vivere una vacanza in armonia con la filosofia del Viaggiare Lento, Sostenibile, Responsabile, per conoscere il territorio ed i suoi abitanti.

Sostare per un pranzo appetitoso in un agriturismo lungo il percorso e trascorrere la notte in un gradevole B&B diventa un piacere indimenticabile con i soci di AltRaValtellina. Con le informazioni contenute in questo sito potete costruire tappa per tappa la vostra piacevole vacanza in bicicletta…e se non l’avete potete noleggiarla comodamente in un luogo e consegnarla in un altro.

 

 

 

 

 

Palazzo Besta a Teglio è un ottimo motivo per venire in Valtellina


Foto dal sito http://www.atlascoelestis.com/

Palazzo Besta è uno degli edifici più belli della Valtellina, la ricchezza architettonica e pittorica di questo palazzo ancora poco conosciuto è di tale portata che vale la visita anche per chi proviene da lontano. Il visitatore ne uscirà stupito e soddisfatto, in grado di apprezzare ulteriormente anche il contesto paesaggistico circostante che rivela una bellissima visuale della valle intera, dominata dalla vicina Torre di Teglio.

Per saperne di più:

http://www.lombardiabeniculturali.it/architetture/schede/1n120-00087/

VIAGGIARE SLOW – SLOW TRAVEL

10348683_687613877984152_8346497019564795802_o

Land Art – Michael Grab

VIAGGIARE SLOW – SLOW TRAVEL
Viaggiare slow significa scoprire una meta con andamento lento.
Il viaggiare Slow allinea il nostro ritmo a quello naturale del tempo e del territorio e non il suo consumo. Viaggiare slow significa avere il tempo per assaporare ciò che una destinazione ha da offrire senza la fretta di un rigida scaletta di marcia. Significa gustare prodotti a chilometro zero e prediligere quelle attività che ti mettono in diretto contatto con la natura, con la cultura, con le tradizioni di un’Italia forse meno famosa, ma che merita di essere vissuta. La filosofia dello slow travel ti trasforma da vacanziere a viaggiatore. (testi di Silvia Pe)